Notifiche
Cancella tutti

Esperienza maturità?

  

0

Scusate la mia domanda un po’ insolita e possibilmente anche apparentemente banale, volevo chiedere se qualcuno di voi abbia fatto l’esame di maturità (io frequento il Liceo Scientifico) tra pochi giorni ho l’orale e nonostante abbia studiato tutto il programma quindi la teoria in modo perfetto, ho veramente paura che possa chiedermi qualche esercizio o addirittura dimostrazioni (cosa che vorrei evitare) a voi è capitato? Che vi chiedessero qualcosa del genere e non la teoria? 

Autore
Etichette discussione
2 Risposte
1

A me è capitato eccome, di fare sia gli esami di Maturità (fino al luglio 1998) che gli attuali NES (1999-oggi); una sola volta come candidato (a.s. 1956/57, Ginnasio Liceo Palmieri), pochissime volte come presidente la Commissione (dopo il 2000, in Istituti Tecnici di vario tipo) e dal 1969/70 al 2005/6 innumerevoli volte come membro di Commissione, sempre per materie tecnico-scientifiche.
Ho visto alunni d'ogni tipo e colleghi di ancora più tipi: NON SI PUO' PREVEDERE NULLA.
Non credo che "ho veramente paura" sia una posizione razionalmente giustificabile, ma posso assicurarti che un po' di paura in sede d'esame aiuta mandando in circolo un po' d'adrenalina che ti mantiene sveglia e reattiva (minaccia → attacco, e supero l'esame). Devi solo fare attenzione che la paura, e relativa adrenalina non oltrepassino il livello della reazione d'attacco.
Quando la preoccupazione è troppa le percezioni sono ovattate, la minaccia sembra meno vicina e allora, invece della benefica reazione d'attacco, prende piede la malefica reazione di fuga; ma dall'esame è impossibile fuggire e il risultato è la paralisi: mente bloccata, lo studio in modo perfetto svanito, il foglio consegnato in bianco (o l'annaspamento all'orale) e la bocciatura inevitabile (a me è successo un paio di volte all'università; una volta con un assistente amico che, da studente, avevo aiutato io a superare quello stesso esame.).
CONSIGLIO AMICHEVOLE
Temere "qualche esercizio o addirittura dimostrazioni" significa che ti senti sicura d'essere capace di reggere un discorso in generale in cui sei libera di esporre la materia a modo tuo ("la teoria in modo perfetto"), ma che dubiti di riuscire a seguire binarii rigidi e prestabiliti come occorre fare nei passaggi logici di una dimostrazione e ancor più nello svolgimento di un esercizio.
Questo dubbio s'attenuerà se, nei prossimi giorni, t'allenerai col tuo gruppo di studio a esporre a voce, mentre scrivi e disegni, le argomentazioni necessarie a dimostrare o a svolgere NON COME HAI IMPARATO in modo rigido, ma come il singolo problema o teorema suggerisce cioè se usi un discorso sciolto anche per esercizii o dimostrazioni.
IN BOCCA AL LUPO E IN **** ALLA BALENA!




0

Ho fatto molte volte l'esame di maturità scientifica e ho visto molte volte chiedere enunciati e dimostrazioni. Il tempo però è poco  quindi si preferisce rimanere sulle  generali e se lo studente sa impostare bene una dimostrazione, sa affrontare l'argomento si passa ad altro e ad altre materie. Forse è peggio fisica, ma non avere paura.

Ciao @francesca23

Risposta



About SosMatematica

Seguici su:

Scarica la nostra App Ufficiale

SOS Matematica

GRATIS
VISUALIZZA