Definizioni e classificazioni

Si dice triangolo la parte di piano delimitata da una spezzata chiusa di tre lati.

Per poter costruire un triangolo i segmenti che formano la spezzata non possono essere di lunghezza qualunque, ma devono soddisfare la seguente condizione:

Ogni lato di un triangolo è minore della somma degli altri due e maggiore della loro differenza.

In base alle misure dei lati classifichiamo i triangoli. Si dice che:

  • un triangolo è equilatero se ha tutti i lati congruenti;
  • un triangolo è isoscele se ha due lati congruenti;
  • un triangolo è scaleno se i lati hanno tutti diversa lunghezza.

Anche gli angoli interni di un triangolo non possono avere lunghezze arbitrarie, ma vale il teorema:

La somma degli angoli interni di un triangolo è sempre un angolo piatto.

In base all’ampiezza degli angoli si dice che:

  • un triangolo è acutangolo se ha tutti gli angoli acuti;
  • un triangolo è rettangolo se ha un angolo retto;
  • un triangolo è ottusangolo se ha un angolo ottuso.

Come conseguenza di quanto affermato in relazione alla somma degli angoli interni, puoi osservare che in un triangolo la somma complessiva degli angoli interni ed esterni corrisponde a tre angoli piatti, quindi la somma degli angoli esterni è sempre un angolo giro.

©2019 SosMatematica.it

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account